Sessione informativa con professori, studenti e personale amministrativo


Ti trovi nella versione precedente della nostra Pagina Web

« VAI ALLA NUOVA VERSIONE

 

Roma, 18 MAG 2012 - In merito alle recenti attività della Magistratura che stanno interessando parte dei locali della Basilica di Sant'Apollinare, la Pontificia Università della Santa Croce, affittuaria della struttura, ha organizzato per oggi una sessione informativa rivolta a professori, studenti e personale amministrativo per fornire una contestualizzazione della vicenda e chiarire eventuali dubbi. (continua...)

Durante l'incontro in Aula Magna, il Rettore dell'Università, Mons. Luis Romera, ha chiarito agli studenti che l'Università ha iniziato le sue attività accademiche nel Palazzo dell'Apollinare nel 1992, due anni dopo la sepoltura di Enrico De Pedis, avvenuta il 24 aprile 1990. Il Rettore ha anche precisato che i lavori di consolidamento e ristrutturazione realizzati presso la struttura sono stati progettati nel 1997, approvati dall'APSA (che è proprietaria dell'edificio) nel 2002 e avviati nel 2004.
Ritornando sulla vicenda di questi giorni, ha espresso i motivi di disagio della comunità accademica e la ricaduta negativa a livello di immagine che la situazione sta creando. 

Al tempo stesso, ha ringraziato gli organi investigativi per la professionalità e la gentilezza con cui stanno operando, confermando la massima collaborazione da parte dell'Università. 

La dott.ssa Simona Maisto, pm dell'indagine, ha ringraziato il Cappellano, il Rettore e l'Amministratore dell'Università per la disponibilità dimostrata in questi giorni, scusandosi per l'inevitabile disagio creato ai professori, agli studenti e al personale amministrativo, spiegando che si tratta di accertamenti necessari che si spera si concludano in breve tempo.
Ha anche chiarito che l'Università e la Basilica sono del tutto estranee alla vicenda e non esiste nessun tipo di collegamento tra la Santa Croce e le attività di indagine.

Il Cappellano, Mons. Pedro Huidobro, ha informato di aver più volte richiesto il trasferimento della salma. Ha spiegato come in questi anni la vicenda abbia creato alcuni disagi, dovuti ad esempio all'insistenza dei curiosi, ma ha anche fatto notare di aver avuto occasione di conoscere persone straordinarie e di grandissima umanità tra gli inquirenti e gli altri protagonisti.

Il Vicerettore per la Comunicazione, Norberto González Gaitano, ha affermato che in questa vicenda l'Università non è coinvolta ma per certi versi subisce la situazione. Non si costituisce quindi come fonte di informazioni per non creare confusione, ma si limita a rispondere e a chiarire eventuali imprecisioni. 

Ufficio Comunicazione