Tasse e versamenti


Ti trovi nella versione precedente della nostra Pagina Web

« VAI ALLA NUOVA VERSIONE

 

Tasse accademiche - Anno 2016/2017

La tassa è annuale per il primo e secondo ciclo; essa può essere versata in un'unica soluzione, oppure - per chi avesse difficoltà - in due rate uguali, la prima entro il 31 ottobre, e la seconda entro il 28 febbraio. Per il terzo ciclo la tassa di iscrizione ha una validità di cinque anni, trascorsi i quali deve essere pagata la tassa annuale di rinnovo.

Non è ammesso iscriversi all'anno successivo o sostenere esami se non si è in regola con il pagamento delle rate precedenti.

I versamenti relativi alle tasse accademiche possono essere effettuati secondo una delle seguenti modalità:

a) conto corrente postale n° 000033287004 intestato a Pontificia Università della Santa Croce,
    Piazza Sant'Apollinare n. 49 - 00186 Roma (presso la Segreteria è possibile ritirare i bollettini
    di conto corrente prestampati e personalizzati);

b) bonifico bancario intestato alla Pontificia Università della Santa Croce sul conto:
     Unicredit Banca S.p.A.
     Agenzia Roma Boncompagni
     via Boncompagni 16/d
     00187 ROMA

COORDINATE BANCARIE INTERNAZIONALI (IBAN)  
  COORDINATE BANCARIE NAZIONALI (BBAN) BIC - SWIFT
PAESE CHECK DIGIT CIN ABI CAB CONTO  
IT 26 Q 02008 05211 000003221053 UNCRITM1712

Per eventuali informazioni o comunicazioni sui pagamenti a mezzo bonifico è possibile contattare l'Ufficio Amministrativo all'indirizzo uam [at] pusc [dot] it.

c) con assegno, carta di credito o bancomat direttamente presso l'Ufficio amministrativo dell'Università
    (prima di effettuare l'operazione si raccomanda di ritirare presso la Segreteria Accademica l'apposito
    modulo riportante l'importo dovuto). Tali pagamenti prevedono una commissione fissa di € 2,00.
    Non è previsto il pagamento in contanti, salvo casi eccezionali e previa autorizzazione.

Si raccomanda in ogni caso di consegnare in Segreteria l'attestazione di avvenuto pagamento rilasciata dall'ufficio postale o dall'Ufficio amministrativo.
Soltanto in casi eccezionali e motivati per iscritto sarà ammessa la restituzione parziale dei versamenti effettuati.