Dipartimento di Teologia Spirituale


Ti trovi nella versione precedente della nostra Pagina Web

« VAI ALLA NUOVA VERSIONE

 

Perché studiare Teologia spirituale oggi?

La nuova evangelizzazione, così incoraggiata dagli ultimi Pontefici, richiede evangelizzatori che sappiano comunicare l’esperienza di Dio con un linguaggio attuale, attraente e comprensibile, nonché permeato da un profondo senso teologico. La filiazione divina e il rapporto personale con Cristo sono punti di riferimento centrali del nostro insegnamento, che cerca di dialogare con altre scienze umane per venire incontro agli interessi degli uomini del nostro tempo.


Chi può essere interessato?

Il programma di studio è indirizzato alla formazione teologica di:

  • professori di spiritualità
  • direttori e accompagnatori spirituali
  • formatori dei seminari
  • formatori e formatrici dei noviziati
  • tutti coloro che avranno cura pastorale dei laici.


Perché studiare da noi?

Per tre motivi:

  • Vogliamo che da Roma si diffonda uno slancio missionario cattolico, cioè veramente universale.
  • Abbiamo ereditato il carisma ecclesiale di San Josemaría: una spiritualità secolare che conosce bene il mondo della famiglia e del lavoro.
  • Offriamo un’attenzione personalizzata ai nostri studenti, convinti che la formazione si sviluppi meglio in un clima amichevole e familiare.

Bacheca

"San Josemaría e il pensiero teologico", primo volume

Pubblicato a cura del prof. López Díaz il primo volume degli atti del convegno San Josemaría e il pensiero teologico.

Lezioni su "Formazione psicologica e affettività"

Il prof. Vial interviene nel Master per Formatori di Seminari, organizzato dal Centro di Formazione Sacerdotale. - + Info

Giornata di studio "Libertà e dipendenza"

Giovedì 10 aprile, il prof. Wenceslao Vial terrà una relazione su Ambiti di responsabilità delle dipendenze.

Convegno "Fe y experiencia de Dios". Partecipa il prof. Bosh

Il prof. Vicente Bosch parteciperà dal 21 al 24 aprile in Ávila (Spagna) al Congresso Internazionale "Fe y experienza de Dios".